BOSCO DIDATTICO - PROGRAMMI



Il nostro obiettivo è

 

L'EDUCAZIONE AMBIENTALE DEI GIOVANI


per questo il BOSCO DIDATTICO sarà esclusivamente a disposizione della vostra Scuola e i programmi potranno essere adeguati alle vostre esigenze e al livello dei partecipanti.


Poi ci sono i nostri simpatici pony, i verdeggianti abeti ma anche gli squisiti manicaretti, tutti casarecci, tutti genuini cucinati da Nonna Luciana !


Questi i nostri programmi per 2016


---> Il Ciclo dell'acqua e i limiti dello sviluppo


---> Discendo in Silvis - Corso di orientamento


---> Caccia alla foglia - Riconoscimento degli alberi


---> Il fantastico mondo delle api


---> Il territorio, l'archeologia e la storia dei Castelli Romani


---> La salvaguardia ambientale - La Biodiversità


---> Oggi cucino io

  - Pane crocchiantelo

  - Dolce crostatino

  - Le marmellate di Nonna Luciana


In autunno:


---* Andiamo a raccogliere le castagne


---* Adottiamo un albero



==================================================================


IL CICLO DELL’ACQUA E I LIMITI DELLO SVILUPPO


Le lezioni hanno l’obiettivo di sensibilizzare i bambini sull’importanza dell’acqua e quanto questa possa definire quei “Limiti dello Sviluppo” tracciati con incredibile scrupolo da un grande Italiano Aurelio Peccei, che attorno al 1968 fu tra i fondatori del Club di Roma.


Si prenderanno in esame :


-- Il ciclo biogeochimico dell’acqua.


-- Le pericolose canalizzazioni moderne delle acque: parcheggi, tetti, strade, etc.


-- Utilizzo delle acque meteoriche.


-- La fito depurazione.


-- I tetti verdi.


Le lezioni si svolgeranno all’interno delle nostre baite oppure presso 


--Fonte del Pischero - dista una decina di minuti dalle nostre baite. E’ la più piccola delle tre fonti. Da qui c’è un buon panorama del Maschio di Lariano che è un'altura di 891 metri che fa parte delle colline dell’Artemisio nel cerchio esterno dei Colli Albani e dell’antico cratere del Vulcano Laziale.


-- Fonte della Tegola – dista circa 30/40 minuti dal bosco didattico. Qui è stata ripristinata la vasca ed ora c’è una buona portata di acqua inoltre sono stati installati 4 tavoli e panche in legno massiccio e posto anche un braciere. La lezione occuperà l’intera giornata.


--Fonte Ceraso - E’ immersa nei boschi al di sopra de Il Piccolo Paradiso. Rappresenta un cunicolo che raccoglie le acque gocciolanti dalla viva roccia. Dal vicino punto panoramico di Monte Ceraso a 776 m. si possono ammirare i Pratoni del Vivaro, le colline dell’Artemisio e Monte Cavo (Mons Albanus). Nelle belle giornate è possibile vedere anche Il Circeo e l'isola di Ponza. Questa lezione va concordata in quanto il percorso, pur essendo facile e percorribile in 45/50 minuti, diventa impegnativo per chi non è abituato a camminare dei boschi. La lezione occuperà l’intera giornata.


Tutte e tre le fonti saranno raggiunte attraverso i sentieri del Parco dei Castelli Romani.


Sono consigliate scarpe comode, abbigliamento a “cipolla” in modo da adattare l’abbigliamento al percorso e alle condizioni meteorologiche, un’eventuale borraccia con acqua e tanta voglia di camminare immersi nella natura.


La macchinetta fotografica è fortemente raccomandata così pure un blocco per annotare le esperienze della lezione.


IL FANTASTICO MONDO DELLE API


La lezione ha lo scopo di trasmettere il rispetto per questi fantastici quanto utili animaletti e per questo verrà illustrato :


-- Il sistema sociale delle api

-- L’ape regina

-- I fuchi

-- I diversi ruoli delle api

-- Il miele, la pappa reale e tutti gli altri prodotti dell’alveare.

-- L’importanza delle api per l’ambiente e quindi l’impollinazione.


Non ci sarà esposizione diretta alle api.


I BAMBINI REALIZZERANNO UNA SIMPATICA CANDELINA UTILIZZANDO UN FOGLIO DI CERA.

 


IL TERRITORIO, L'ARCHEOLOGIA E LA STORIA DEI CASTELLI ROMANI


“Chi non conosce e non ama il proprio Passato non ha Futuro !” ha detto Luigi Petroselli (1932-1981) un grande sindaco di Roma.


Sempre più spesso la nostra Storia, la Storia della nostra Nazione così come quella del territorio dove viviamo, non è conosciuta anche se è una Storia formidabile perché arricchita da millenni e da episodi che poi hanno fatto la Civiltà del Mondo.


La lezione ha l’obiettivo di Illustrare il vulcano Laziale, Alba Longa, Romolo e Remo, le leggende dei boschi dei Castelli Romani, i reperti archeologici, le villeggiature famose nei Castelli Romani.

 

LA SALVAGUARDIA AMBIENTALE


Il 2010 è stato l’anno mondiale dedicato alla salvaguardia dell’ambiente e quindi della biodiversità ma poco o niente è stato fatto, occorre sensibilizzare le giovani generazioni su questi temi che sono strettamente legati al loro Futuro.


Dopo una lezione teorica con l'ausilio di strumenti audiovisivi, verrà effettuata una visita nei boschi circostanti per raccogliere tutti gli elementi necessari per mettere in pratica le nozioni acquisite per i seguenti argomenti:


-- La BiodiversitàL’importanza degli equilibri tra le diversità genetiche, di specie e degli ecosistemi, la catena alimentare, la classificazione tassonomica degli organismi viventi il tutto illustrato da esempi e da giochi.


-- Il riconoscimento degli alberi: L’importanza degli alberi, come riconoscerli, come difenderli, la loro vita, il loro habitat e quindi le fasce vegetative, la riproduzione, la selvicoltura, il ruolo degli alberi nelle economie locali ma anche nozioni di come orientarsi nel bosco.



OGGI CUCINO IOUna festa di colori e di divertimento ! Quattro distinti programmi durante i quali i bambini potranno preparare:


> Le marmellate di Luciana


> Il pane crocchiantelo


> Il dolce crostatino


ma soprattutto un invito a tornare al cibo sano, a Km Zero (biodiversità !), genuino quanto semplice come quello fatto con le proprie mani e con prodotti che si vedono, si preparano direttamente. All’inizio di ogni programma verrà tenuta una breve lezione, sempre adeguata all’età dei bambini, per meglio spiegare l’origine e l’importanza degli ingredienti usati.  Ogni bambino porterà a casa quanto cucinato ma lo potrà anche assaggiare durante una simpatica merenda.



CACCIA ALLA FOGLIA


Il corso prevede una breve e interessante lezione teorica (con supporto di strumenti audio-visivi) sulle caratteristiche degli alberi e una escursione per i boschi circostanti il Piccolo Paradiso per raccogliere le foglie dalle quali si riconosceranno gli alberi. Ogni partecipante potrà catalogare le foglie raccolte in un apposito album che gli verrà consegnato.



DISCENDO IN SILVIS - Orientamento (dalla IV elem. in poi !)


Una bellissima escursione nei boschi circostanti “Il Piccolo Paradiso” per imparare:


-- ad orientarsi con la bussola nei boschi,
-- a conoscere la prestigiosa storia del territorio dei Castelli
-- a conoscere e rispettare le ricchezze naturali ed economiche
-- a riconoscere alcuni alberi del bosco


Per rendere più proficua l’escursione, ogni partecipante riceverà un libricino illustrato, incompleto di alcune parole, con il quale seguirà le spiegazioni anche per acquisire i termini mancanti da inserire nel testo.

 


E nel periodo AUTUNNALE possiamo…:


ANDARE A RACCOGLIERE LE CASTAGNE


Una divertentissima escursione nei boschi circostanti Il Piccolo Paradiso ma anche l’occasione per richiamare l’attenzione dei bambini sul rispetto dei boschi, “casa non nostra ma degli animali e delle piante”, della Natura e delle norme di sicurezza che sempre devono accompagnare chi vuole apprezzare, arricchirsi della bellezza dell’Ambiente naturale.


ADOTTARE UN ALBERO


Partendo dalla ghianda o dalla castagna raccolta nel corso dell’escursione nei boschi che circondano Il Piccolo Paradiso e poi messa in un vasetto di terra, si vuole raggiungere un obiettivo : creare un cittadino cosciente dell’importanza dell’ambiente.


Infatti far crescere il “proprio” albero passando per tutti i cicli di crescita ma soprattutto capendo l’importanza vitale della Natura, inevitabilmente si crea un legame con quella pianta ma anche con tutto il mondo che essa rappresenta… almeno si spera ! 


Questa attività è rivolta a tutti, ma proprio tutti, grandi e piccoli ma l’ideale sarebbe rivolgere queste lezioni alle prime elementari in modo che al termine del ciclo scolastico dei cinque anni, la castagna o la ghianda, diventato un piccolo arbusto, si possa piantare in un giardino pubblico, nel giardino della scuola alla presenza delle autorità scolastiche e pubbliche ma anche in un bosco e, per tentare di rendere più saldo questo legame, ogni bambino/a dovrebbe dare un nome al “proprio” albero, nome che verrà inciso in una auspicabile targa posta alla base della pianta.


-----------------------------------------------------------------------------------


Al termine della giornata a tutti i bambini e ai loro accompagnatori verrà consegnato un simpatico cestino contenente il vasetto della marmellata prodotta dai bambini o le castagne o un altro ricordo della giornata passata presso Il Piccolo Paradiso.


====================================    I NOSTRI RECAPITI:


BOSCO DIDATTICO IL PICCOLO PARADISO

Via Carpinello, snc

00040 RoccaPriora (Roma)


Tel. 06 94430087 / 06 9361474 / 06 94437150

Mob. 340 5123478 / 329 9830519 / 331 9079870

PElet. spalpaolo@tiscali.it